Ricordata la testimonianza della famiglia Brecelj

di | 5 Luglio 2011

A Kodreti (SLO) domenica 10 luglio 2011

A pochi mesi dalla scomparsa, la famiglia, gli amici, le comunità parrocchiali e Concordia et Pax sono tornati a Kodreti (Zgornja Branica) per fare memoria detta tragedia che 67 anni fa – era il 12 luglio 1944 – colpiva la famiglia Brecelj con la morte del padre e di tre figli e per ricordare don Bogomilo (1923 – 2010).

Una comunità di centoventi persone ha raccolto l’invito, radunandosi nel bosco dove il sacerdote aveva eretto un crocefisso sul luogo che è stato la sepoltura dei suoi cari (Jozef il padre, Martin, Marica e Angela, i figli), trucidati per mano dei partigiani di Tito, vittime dell’odio e della follia ideologica.

È stata una celebrazione di vita, di perdono, di riconciliazione e di speranza.

Nella domenica in cui la liturgia esalta la potenza della Parola come seme che produce frutto su un terreno disposto ad ascoltare, l’immagine detta parabola evangelica – il seme – è stata unita alla dimensione del martirio di quattro esistenze ed alla testimonianza dei loro cari che, seguendo le indicazioni della madre, si erano impegnati a perdonare.

Uno splendido esempio di testimonianza cristiana destinata a generare nuove esistenze di credenti che, puntando sul perdono, rinnovano la loro esistenza e diventano costruttori dì una nuova umanità che sa andare oltre alle differenze, guarda al cuore e vive per la collaborazione.

Questi sentimenti e valori sono stati testimoniati dal celebrante, dal presidente di Concordia et Pax e dai soci, dalla famiglia Brecelj con il patriarca quasi novantenne fratello di don Bogomilo e soprattutto dall’Eucarestia condivisa e vissuta in un’atmosfera di grande affetto e fraternità.

L’incontro ha confermato una unità di intenti e una rinnovata consapevolezza che la costruzione dell’unità nelle persone e fra le persone, passa sempre attraverso la purificazione detta memoria e una rete di misericordia e di riconciliazione che è condizione indispensabile per costruire una nuova umanità.

Renzo Boscarol

20101016_035

Immagine 1 di 30